Attualità e Viaggi

​Open Day – Porte aperte nelle istituzioni UE, 6 maggio 2017

Per festeggiare la Giornata dell’Europa, nel 60esimo anniversario dei Trattati di Roma
di Klejdia Lazri \ 08-05-2017 \ visite: 600
open day eu
Fotografie di Gabriele Giunta

Il 6 maggio le principali istituzioni dell’Unione Europea hanno aperto le porte al pubblico per festeggiare la Giornata dell’Europa, in occasione del 60esimo anniversario dei Trattati di Roma
Durante la cerimonia di benvenuto, tenutasi al mattino nell’emiciclo del Parlamento europeo, Klaus Welle, Segretario Generale dell’Europarlamento, ha ricordato l’importanza dei valori fondanti dell’UE quali la pace e la solidarietà, pilastri della dichiarazione di Rober Schuman del  9 maggio 1950.
Nel suo discorso, Welle ha affermato che in un periodo storico complesso come quello che stiamo attraversando, caratterizzato da una crescita del nazionalismo e una sempre maggiore chiusura delle friontiere, è neccessario che ognuno scopra la propria connessione con le istituzioni, poiché esse sono il luogo nel quale la voce dei cittadini trova espressione.
Delphine Bourgeois, rappresentante e portavoce del Comune di Ixelles, quartiere della città di Bruxelles con un terzo degli abitanti di origine straniera, ha spiegato come la giornata a porte aperte rappresenti tutto ciò che possa rendere i cittadini fieri di far parte dell’Unione Europea. Ha inoltre sottolineato l’importanza del ruolo della pedagogia e della connessione fra cittadini per far fronte al crescente populismo e alla minaccia del terrorismo.
Ѐ a tal fine che la giornata ha assunto come temi portanti la gioia, la partecipazione e l’impegno comune di sostenere la democrazia in Europa e nel mondo.
A seguito della cerimonia di apertura è stato possibile prendere parte all’inaugurazione della Casa della Storia Europea, un museo interattivo su sei piani istituito all’interno del parco Léopold per celebrare la storia dell’Europa sin dalle sue origini preistoriche, passando per le più importanti scoperte scientifiche, i contributi culturali e i momenti storici salienti, per arrivare infine alle più recenti sfide dell’UE.  
Il programma della giornata è stato inoltre arricchito da  numerose attività volte a far partecipare i visitatori delle istituzioni tramite quiz e giochi a premi, fotografie, balli e concerti, ma soprattutto grazie all’opportunità di esprimere la propria opinione sulle più attuali tematiche di interesse collettivo attraverso dibattiti e inchieste online.

festa del pane eu

Non è mancato uno spazio dedicato ai prodotti culinari locali: la rotonda Schuman, nel cuore del quartiere europeo, ha ospitato la Festa del Pane, mentre il festival “Fier de ma région / ville” (Fiero della mia regione / città) ha proposto prodotti artigianali provenienti da tutta Europa.
La presenza di cittadini provenienti da tutte le parti d’Europa e le lunghe file d’attesa già dalle prime ore del mattino e fino a oltre gli orari di chiusura ha evidenziato come l’attenzione verso l’UE e i suoi protagonisti sia molto alta, e ancor più la voglia dei cittadini di essere partecipi nei meccanismi decisionali. La partecipazione da parte dei più giovani rappresenta un segnale positivo, che andrebbe colto e interpretato adeguatamente da parte delle istituzioni, poiché il loro entusiasmo e la loro fiducia rappresentano la più grande risorsa e la principale speranza nella riuscita del progetto europeo.

open day eu
 

    Condividi questa pagina:

Altri articoli in Attualità e Viaggi