Cultura e Spettacoli

Movie Of The Week: "Godzilla II: The King Of Monsters" (2019)

Il Re è tornato, lunga vita al Re
di Paolo Stegani \ 31-05-2019 \ visite: 538
Immagine di Godzilla

Nella primavera delle sale stracolme e dei finali di serie sulla bocca di tutti, non poteva mancare il ritorno del lucertolone più famoso di Hollywood: "Godzilla II: The King Of Monsters" è il secondo tassello della nuova fase cinematografica del celebre franchise giapponese, cominciata nel 2014 con il reboot di Gareth Edwards. Eravamo rimasti alla strage di San Francisco e da lì si riparte, ma l'intenzione è subito quella di costruire una "nuova" trama: per la dottoressa Emma Russell (Vera Farmiga) e l'ex marito Mark (Kyle Chandler) è difficile evitare che vecchie ferite sanguinino troppo, soprattutto ora che la piccola Madison, interpretata da una sempre convincente Millie Bobbie Brown ("Stranger Things"), più tanto piccola non è. Se la sua Eleven nella celebre serie Netflix è costretta ad affrontare demoni di altre dimensioni, qui il mostro, e non quello enorme, è umano (almeno nella forma): la madre, scossa dalla morte del primogenito e pervasa da idee folli, spezza il tema centrale della sceneggiatura in due filoni diversi ma vicini e paralleli, quello dell'azione pura e semplice ed uno invece più riflessivo incentrato sulla pericolosità delle scelte, e conseguenti decisioni, etiche. Sicuri di sapere chi è il vero villain? La storia mantiene una sua linearità senza sbilanciarsi: l'equilibrio aiuta a mantenere l'attenzione sulle vicende umane dei personaggi così come su quelle titaniche, con la presenza di Godzilla che non stanca e non manca, co-protagonista fino a quando la trama lo richiede ma primo protagonista negli snodi fondamentali. Nella carrellata di giganteschi titani, chiamati alle armi dal risvegliato Ghidorah (sue le inquadrature più spettacolari), si vede l'omaggio del regista Michael Dougherty a tutte le figure che hanno reso la saga di Godzilla il fenomeno mondiale che è sempre stato. Riprenderne gli elementi chiave, le scene clou e gli schemi base dimostrandone l'efficacia anche in tempi moderni si conferma una scelta azzeccata. Là dove i film precedenti dovevano fermarsi, ovvero a certi limiti della resa visiva, è andata a infilarsi questa nuova produzione: la fotografia ne è il fiore all'occhiello, esaltante, in grado di mettere in risalto l'epicità degli scontri e delle creature, con un'attenzione particolare ai momenti di calma tanto quanto a quelli più spettacolari e movimentati.

Alla richiesta di un action movie di grandi dimensioni, sotto ogni punto di vista, il regista risponde con carattere: alle spalle gli errori commessi in passato (non ci si dimentica, però, di X-Men: Apocalisse), questo "Godzilla II" sa mescolare la bravura di attori moderni con la prestanza e "l'ingombro" dei mostri d'annata. Il risultato tiene incollati allo schermo gli occhi di chi guarda, e si ritrova a sorridere davanti alle solite lotte già viste e riviste che non ci stancheranno mai.

UciCinemas:
Ven. 31/05 - 16:40/17:30/19:40/22:30 (3D 21:40)
Sab. 01/06 - 14:30/16:40/17:30/19:40/22:30/00:10 (3D 21:40)
Dom. 02/06 - 14:30/16:40/17:30/19:40/22:30 (3D 21:40)
Lun. 03/06 - 16:40/17:30/19:40/22:30 (3D 21:40)
Mar. 04/06 - 16:40/17:30/19:40/22:30 (3D 21:40)
Mer. 05/06 - 16:40/17:30/19:10/19:40/22:30 (3D 21:40)
 

    Condividi questa pagina:

Altri articoli in Cultura e Spettacoli