Attualità e Viaggi

Alice e Le Iene: buona la prima

E’ bello guardare le cose da un altro punto di vista
di Alice Leccioli, Giulia Vaccari, Carlotta Vitali \ 09-04-2019 \ visite: 332
Foto programma Le Iene

“E’ bello guardare le cose da un altro punto di vista”.
E’ capitato a tutti, in una qualsiasi giornata priva di impegni, di trascorrere molte ore davanti ad un televisore o ad uno schermo.
Spesso e volentieri ciò che ci viene mostrato non risulta essere veritiero, tuttavia non sono poche anche le notizie riportate fedelmente.
I programmi televisivi tendono, a volte, a calarsi più nel personaggio che nella persona stessa, sia che si tratti di telegiornali sia che siano reality a scopo di intrattenimento.
Ma non è sempre così, anzi, nell’ultimo periodo con maggior frequenza viene riportato al pubblico un tipo di notizie che può ritenersi parte della “buona informazione”.
Un esempio lampante possiamo scorgerlo nel servizio svolto da Le Iene su Alice, una ragazza di sedici anni di Ferrara affetta da una rara patologia, la Diparesi Spastica.
Per la prima volta, grazie all’aiuto del sopracitato programma serale e di Emac – un’azienda italiana che si preoccupa di produrre e distribuire attrezzature tecnologiche avanzate da utilizzare esclusivamente in campo medico - ha avuto la possibilità di camminare sulle sue gambe.
Un sogno grande quello di Alice, che è riuscita a soddisfare sapendo, però, in cuor suo, che sarebbe stata l'unica occasione messale a disposizione.
Mezz'ora dedicata a lei in diretta nazionale, settimane di duro lavoro per giungere al risultato sperato, milioni di persone raggiunte.
Ed è stata proprio una di queste ad averle regalato "Felicità", un esoscheletro che le ha svoltato la vita.
Una donatrice anonima, infatti, si è sentita particolarmente colpita e vicina alla storia della ragazza, tanto da comprarle un macchinario di altissima tecnologia per accompagnarla nel lungo percorso quotidiano per molto tempo ancora.
Proprio grazie alla buona televisione, infatti, il futuro di una ragazzina è stato cambiato, migliorandolo, per sempre.
Che sia per una passeggiata in riva al mare o per andarsi a prendere un gelato, Alice potrà farlo sui suoi passi, senza timore di niente e di nessuno.
“E’ pura e semplice felicità e tutti dovremmo vivere di questo, anche nelle piccole cose”.

    Condividi questa pagina:

Altri articoli in Attualità e Viaggi