Utilità e progetti

Il bonus cultura per diciottenni spiegato bene

Come e dove spendere i 500€ messi a disposizione degli studenti
di Nicola Minelli \ 07-11-2016 \ visite: 9536
bonus cultura ai diciottenni
 
Facciamo subito una premessa: se non sei nato nel ’98 e hai più di 18 anni, ci dispiace, ma non puoi usare questo bonus. E se compi gli anni nel 2017 questo no, non è il tuo giro (ma in infondo all’articolo c’è qualcosa che devi sapere). Sei invece un studente neo-maggiorenne o comunque in procinto di diventarlo nel 2016? Bene, questo articolo ti sarà utile.
 
Cos'è il bonus cultura
Il bonus cultura è un’iniziativa del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Presidenza del Consiglio dei Ministri dedicato a promuovere la cultura in senso lato, destinata solo a chi compie (o ha compiuto) 18 anni nel 2016, che permette di ottenere 500€ da spendere in cinema, concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti e parchi, teatro e danza - ma occhio, ci sono delle restrizioni che dopo vedremo. l’incentivo è esteso anche ai 18enni stranieri residenti in Italia e in possesso di regolare permesso di soggiorno in corso di validità.
 
Come funziona il bonus e da quando
Se hai tutte i requisiti che abbiamo detto sopra allora segnati queste indicazioni fondamentali:
 

_ il sito/app al quale devi fare riferimento si chiama 18app

_ hai tempo fino al 31 gennaio 2017 per registrarti al sito e fino al 31 dicembre 2017 per spendere il tuo Bonus Cultura

 
18app è l’applicazione web che ti permettere spendere e scaricare i buoni a te riservati, ma per accedervi devi avere una SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) che ti permetterà di accedere a tutti i servizi online anche della Pubblica Amministrazione con un'unica Identità Digitale, ovvero username e password. Per richiederla rivolgiti a uno dei 4 Identity Provider, cioè InfoCert, Poste Italiane, Sielte o TIM - qui comunque trovi altre info sulla SPID.
Hai già le tue credenziali? Ottimo, ora vediamo come usare il bonus.
 
Il bonus cultura di 500€ ti viene concesso sotto forma di carta elettronica e buoni spesa per gli ecommerce. Troverai i tuoi buoni spesa nell’area riservata del sito 18app, e da qui potrai di volta in volta puoi gestire il saldo e le prenotazioni. Il sito genera buoni spesa elettronici con codice identificativo, associati a un acquisto di uno dei servizi messi a disposizione. La scelta delle attività culturali a cui partecipare non sarà libera ma vincolata alle offerte presenti sull’app/sito. Puoi scegliere solo le attività presenti nell’elenco dei luoghi convenzionati e non sarà possibile spendere i 500€ per scaricare film o musica, né acquistare riviste, computer o altri dispositivi elettronici. Perchè? perché lo scopo del Governo è quello di incentivare le attività dal vivo come ad esempio le rappresentazioni teatrali e i concerti.
 
Quanto spendere e come
Il sito del Ministero dice che non hai limiti di spesa per l’acquisto, ma puoi comprare solo un’unità di ciascun bene e che gli importi dei buoni verranno scalati dal tuo “portafoglio” esclusivamente al momento della validazione da parte dell’esercente. In qualunque momento puoi decidere di annullare un buono non ancora validato e crearne un altro, ad eccezione dei buoni generati per Musei, Monumenti e Parchi perchè seguono un processo di validazione differente dal resto dei luoghi convenzionati.
Una volta che hai deciso cosa e dove vuoi spendere il tuo bonus, puoi scegliere due strade:
Se usi il tuo fondo online usa il codice del buono che hai generato e che vuoi spendere per l’acquisto. Ricordati sempre che il sito di vendita deve essere convenzionato
Se invece vai in un esercizio commerciale o luogo culturale, stampa il buono e presentalo alla cassa oppure mostra i dati identificativi del buono, dal tuo smartphone, corredati di codice alfanumerico di 8 cifre, QR code e barcode. Così facendo permetterai all’esercente di validare il tuo buono attraverso l’inserimento su 18app, così da completare l’acquisto.
 
Fai da apripista 
Il Presidente del Consiglio ha annunciato che l’incentivo sarà confermato per il 2017/2018 e questo vuol dire che i 500€ da spendere in cultura saranno concessi anche alla prossima tornata di diciottenni. Sentiti un pioniere. E buona cultura. 

    Condividi questa pagina:

Altri articoli in Utilità e progetti