Cultura e Spettacoli

Nuovo contrordine mondiale

Giuseppe Povia sorprende e informa facendoci riflettere e discutere.
di Alessandro Zangara \ 17-08-2016 \ visite: 903
povia

Sorprende, coinvolge, racconta, fa riflettere e accende la discussione. Questi gli elementi che contraddistinguono il doppio cd musicale “Nuovo Contrordine Mondiale” di Giuseppe Povia, il cantautore italiano nato quarantatré anni fa a Milano, esploso sulla ribalta di San Remo nel 2005 con il brano fuori concorso “I Bambini fanno oh!” e vincendo lo stesso festival l'anno successivo. Nel lavoro edito nel 2016 “autoprodotto, autodistribuito e a tiratura limitata totalmente libero da multinazionali, grandi distribuzioni e portali digitali” - come tiene a precisare l'autore sulle pagine del sito internet ufficiale – diciannove brani guidano l'ascoltatore in un percorso poetico – politico – civile su temi che vanno dalla politica all'economia (lavoro, sovranità monetaria, trattati europei), dalle tossicodipendenze alla genitorialità in affitto, fino alla rilettura della storia (gli effetti collaterali dell'Unità d'Italia). Povia esprime all'ascoltatore la propria musica e il proprio pensiero senza nascondersi, senza veli o fraintendimenti. Lo fa perchè è convinto ormai da anni che utilizzare il proprio mestiere, la propria attività è la ragione della sua vita, del suo essere cantante-autore e genitore. E' un messaggio chiaro e forte a chi lo vorrebbe diverso, immerso tra “i bambini che fanno ooh!” e i piccioni della nonna, che lui è 'quello e questo', uno che studia, approfondisce, crea relazioni, diffonde le conoscenze e le emozioni vissute personalmente su diversi temi della vita, da quelli più intimi ai più civili, nel senso di pubblici.

Grazie al Gruppo Cittadini per l'Economia di Ferrara Giuseppe Povia sarà a Ferrara il prossimo autunno (tra ottobre e novembre) per presentare pubblicamente questo ultimo lavoro artistico che può certamente dividere le persone nei giudizi e sul gradimento, ma unisce i cittadini appassionati di musica e canzoni nel creare dialogo e scambio di idee su temi civili oggi sempre più lontani dagli orizzonti artistici di buona parte dei cantanti e autori italiani.


Per ascoltare qualche brano e reperire il nuovo cd doppio di Giuseppe Povia
http://www.povia.net/
 

    Condividi questa pagina:

Altri articoli in Cultura e Spettacoli