Attualità e Viaggi

Progetto EUROSCOLA

Il Carducci a Strasburgo
di Leonardo Bet, classe 4N \ 22-03-2016 \ visite: 994
Carducci Euroscuola
 
“Rappresentare l’Italia ci ha riempito di orgoglio, è stata un’esperienza bellissima, che ci ha dato la possibilità di aprirci al confronto e allo scambio di idee riguardanti tematiche attuali” questo il commento a caldo di uno dei ventiquattro studenti  del Liceo Carducci, partecipanti al Progetto Euroscola.
Carducci a euroscuola

Dopo una rigorosa selezione da parte di tre docenti, sulla padronanza della lingua inglese, gli aspiranti europarlamentari sono stati divisi in sei gruppi e ad ognuno di essi è stato affidato il compito di preparare una risoluzione, da presentare  al Parlamento europeo  composto, per l’occasione,  da studenti delle scuole superiori dei 28 paesi dell’Unione europea.
Il gruppo ha trovato ospitalità nella città di Strasburgo, dove ha sede il Parlamento, completamente finanziati dall’Unione europea, permettendo così a tutti di partecipare.  L’11 marzo alla presenza di un europarlamentare tedesco, che  ha dato il benvenuto ai giovani  e si è reso disponibile al confronto diretto con le nuove generazioni, si è svolta la seduta plenaria. Un portavoce per nazione ha presentato la scuola di appartenenza e il luogo di provenienza. La mattinata si è conclusa con il pranzo, durante il quale i ragazzi in gruppi di quattro con nazionalità diverse,  hanno formato delle squadre, per rispondere ai quesiti dell’Eurogame. Nel pomeriggio i  530 studenti sono stati divisi in sei  commissioni , ciascuna delle quali doveva trattare gli argomenti preventivamente preparati a scuola: diritti umani, politiche europee di sviluppo, migrazione e integrazione, occupazione giovanile, sviluppo sostenibile, il futuro dell’Europa.  Ogni commissione, riunita in un’apposita aula, atta al dibattito, ha nominato un redattore e un portaparola, che diventava un “presidente di commissione”. I sei  si sono seduti al tavolo della Presidenza e hanno presentato le proposte di risoluzione. Due di loro erano del nostro Istituto. Tutte le proposte sono state votate ed approvate  secondo la procedura in vigore per le sedute ufficiali. Infine si è svolta la finale dell’Eurogame, in cui si sono sfidate quattro squadre, che hanno risposto a domande di cultura generale. Anche in quest’occasione il Carducci era rappresentato. Da ricordare, oltre alle emozioni provate per il confronto con tante realtà diverse, che si uniscono in un unico obiettivo, la spontaneità con cui tutti i delegati hanno indossato abiti formali ed eleganti: giacca e cravatta!
euroscuola
 

    Condividi questa pagina: