Arte e Letteratura

Follia

Il romanzo di Patrick McGrath per #ilmaggiodeilibri
di Chiara Ricchiuti \ 25-05-2015 \ visite: 1441
Il celebre incipit del romanzo di Lev Tolstoj, Anna Karenina, afferma che "tutte le famiglie felici si assomigliano tra loro, ogni famiglia infelice è infelice a modo suo", e la famiglia Raphael soffoca nella propria infelicità. Siamo nell'Inghilterra del 1959, Max è uno psichiatra in ascesa, finalmente diventato vicedirettore di un famoso manicomio criminale nella periferia londinese, e trascina nella sua scalata il figlio Charlie e la bellissima moglie Stella. Trascurata e abbandonata a se stessa, Stella vive al confine tra l'apatia e una profonda depressione, passando le giornate in compagnia dei colleghi del marito, sopratutto con Peter, voce narrante che guida i lettori tra le pagine, mostrando quanto sia labile il confine tra amore e follia.

La vita di Stella cambia durante un ballo, dato ogni anno per premiare i pazienti, quando, annoiata e sul punto di andarsene, viene invitata a danzare da uno di loro, Edgar Stark, artista paranoico rinchiuso dopo aver ucciso la moglie, in un raptus di gelosia. Uomo furbo quanto affascinante, riesce a sfruttare la sua semilibertà per lavorare nel giardino di Stella, dove sa che lei lo osserverà. Passare dall'essere invisibile per chiunque eccetto il figlio ad essere corteggiata da un uomo per lei bellissimo e ormai "guarito", la porterà a perdere di vista il passato di lui e la pericolosità dell'uomo. L'eccitazione diviene ossessione e presto la donna non potrà fare a meno di Edgar, di cui si è perdutamente innamorata: è consapevole dei motivi per cui l'uomo è stato incarcerato ma non le importa, convinta che lui l'ami e che non le farebbe mai del male. In un primo momento nessuno sospetta della storia clandestina, sarebbe folle anche solo immaginare una relazione tra un paziente e la moglie del vicedirettore, ma presto Peter, psichiatra personale di Edgar, intuisce la realtà, ma ormai è troppo tardi: Edgar Stark è fuggito dal manicomio e presto Stella lo seguirà, per vivere in clandestinità. Ogni singola scelta che la donna compie dal momento in cui incontra Edgar la porterà all'autodistruzione, ma neanche nei momenti peggiori, quelli che avrebbero fatto fuggire qualsiasi altra donna, dubiterà del loro amore, resistendo alle preghiere del marito e ignorando la tristezza del figlio.

"Le donne romantiche, riflettei. Non pensano mai al male che fanno in quella loro forsennata ricerca di esperienze forti. In quella loro infatuazione per la libertà".
 
Follia di Patrick McGrath, uno tra i miei libri preferiti, è la mia proposta per voi per il Maggio dei Libri. Un romanzo che racconta una storia ai limiti del reale attraverso la voce esperta dello psichiatra Peter, che non si limita alla narrazione dei fatti, cercando di far chiarezza in questa matassa d'emozioni, nella quale anche lui sarà risucchiato. 
 

    Condividi questa pagina:

Altri articoli in Arte e Letteratura