Attualità e Viaggi

Da Ferrara a Expo 2015, gli studenti riflettono sull’alimentazione di qualità

Il Carducci presenta il calendario del prossimo anno
di Laura Martignani, Linda Pietrasanta 3N \ 24-12-2014 \ visite: 3061
Agricoltura, cibo, ambiente: questi gli argomenti trattati giovedì 18 dicembre nella giornata dedicata ai temi di “Expo 2015” che si è svolta nell’Istituto Superiore G.Carducci di Ferrara. Studenti, insegnanti ed esperti si sono riuniti nell’Auditorium della scuola per discutere tematiche relative al progetto che i ragazzi presenteranno, in versione condensata e multilingue, anche all’Esposizione Universale. Gli allievi, infatti, hanno realizzato, seguendo la proposta della professosressa Laura Boselli, un calendario che tocca i principali temi legati all’alimentazione dei prodotti tipici ai rischi della globalizzazione, alla sicurezza e rintracciabilità. Ogni mese si affronta un diverso tema: dalla cucina locale a quella italiana, europea e infine globale; inoltre vengono prese in esame l’agricoltura intensiva e le pratiche più adeguate per uno sviluppo sostenibie.

L’incontro si è aperto con i saluti del Dirigente Scolastico Licia Piva, seguiti da un’introduzione tenuta dall’ideatrice dell’evento Laura Boselli. Gli studenti della classe 1^B hanno quindi presentato i 12 testi riportati sul calendario che hanno realizzato in collaborazione con la 4^B. I compagni dell’indirizzo Linguistico hanno dato il loro contributo traducendo i contenuti nelle cinque lingue studiate nell’Istituto: la 4^L si è occupata dell’inglese, dello spagnolo (e di una parte del francese); la3^N del cinese e del francese e alcuni ragazzi della 5^L del tedesco.
Le immagini che accompagnano i vari mesi sono scatti di Paola Occhi, Ottorino Bacilieri, Massimo Calabresi, Monica Negrini, Veronica Liverani e Valentina Sgarbi, studentessa del Liceo.    

La mattinata è poi proseguita con gli interventi degli ospiti presenti esperti in vari settori, riguardo alla valorizzazione del territorio, l’Assessore alla cultura e al turismo del comune di Ferrara, Massimo Maisto, ha ribadito quanto il turismo sia fonte di arricchimento per il nostro Paese. Sono seguiti gli interventi di Andrea Bergonzini del Punto Macrobiotico di Ferrara che ha parlato di “Cibo, ambiente, salute” esponendo alcuni progetti di recupero ambientale realizzati in paesi in via di sviluppo di Riccardo Casotti, responsabile Provinciale di “Campagna Amica”  della Coltivatori Diretti di Ferrara, che ha trattato i marchi all’origine dei prodotti e la difficoltà dei consumatori nello scegliere un’alimentazione sana, specie considerando che molti marchi tipici italiani sono ora in mano ad aziende estere.

Siamo fatti del cibo che mangiamo” ha affermato poi il referente agriturismo della provincia di Ferrara Michele Bacilieri, il quale ha sensibilizzato gli studenti al rispetto del territorio. Marilena Marzola referente provinciale ha trattato il tema delle fattorie didattiche.
Gli sponsor Neda Barbieri Presidente Consorzio Produttori Aglio di Vogliera , Presidente Pro Loco di Ferrara, hanno portato il loro saluto alla platea.
La professoressa Monica Negrini del Comitato condotta di Slow Food di Ferrara, ha concluso la mattinata con l’intervento su “cibo buono pulito e giusto”.


    Condividi questa pagina: