Ferrara dietro le stelle 2014

Live Report: Franz Ferdinand + The Cribs

Un altro sold out per chiudere al meglio l'edizione 2014
di Edoardo Gandini \ 02-08-2014 \ visite: 2354
franz_cop

This fire is out of control. L’energia dei Franz Ferdinand è come un fuoco fuori controllo che illumina Piazza Castello ancora una volta a distanza di sei anni dall’ultima apparizione ferrarese. Si chiude col botto questa edizione di Ferrara Sotto le Stelle, con un tutto esaurito che la dice lunga sull’importanza che il festival estense ha giustamente guadagnato in ormai vent’anni di vita. Perché far registrare un sold out per un gruppo con tre date in Italia non è cosa da tutti i giorni, soprattutto di questi tempi. Il nome di Ferrara Sotto le Stelle è ormai diventato una garanzia a livello nazionale e, probabilmente, chi ha dovuto scegliere a quale data assistere ha avuto pochi dubbi, preferendo Ferrara a Udine e Roma.
franz1_
Sono passati ormai dieci anni da quando l’omonimo disco Franz Ferdinand faceva il bello e cattivo tempo sul mio stereo, ascoltato talmente tante volte da risultare rovinato a distanza di nemmeno un anno; una semplicità incredibile intrisa di energia positiva e allegra incisività che raramente mi era successo di ascoltare. I Franz Ferdinand sono rimasti tali dopo tutto questo tempo: genuini, instancabili e perfetti come su disco. Il sole abbraccia il palco di Piazza Castello per l’ultima volta in questa folle estate, che con le sue frequenti piogge non ha mai nemmeno lontanamente intaccato il regolare svolgimento del festival, lasciando il brutto tempo per quasi tutti gli altri giorni del mese.
cribs2
I The Cribs, proprio come sei anni fa, sono la band scelta per aprire la serata. I tre fratelli inglesi, prodotti guarda caso da Alex Kapranos, si presentano sul palco intorno alle 20.40, accolti con curiosità da un già cospicuo pubblico. Distorsori shoegaze e i muri di feedback sono le armi con cui il terzetto britannico riversa tutto il suo furore sul pubblico; la voce, a tratti sguaiata e senza velleità canore, funge come strumento supplementare e poco più, con semplici melodie punk rock atte a rendere più digeribili le violente schitarrate dei gemelli Ryan e Gary Jarman. Il set dura all’incirca cinquanta minuti per dodici brani totali, tra cui spiccano in particolar modo Come On, Be a No-One e la chiusura di Be Safe, con le cadenzate e impetuose pennate di basso a creare un tappeto per melodie che ricordano a larghi tratti quelle utilizzate nel nu metal.
cribs1
Dopo nemmeno mezz’ora arriva il momento del piatto forte della serata, con una piazza stracolma per il ritorno a Ferrara dei Franz Ferdinand. Ormai, con ben quattro dischi all’attivo, la scaletta viene composta da una quantità di singoli non indifferente e i quattro ragazzi scozzesi sono bravi a creare un crescendo emotivo, alternando brani movimentati con altri su cui, invece, è proprio impossibile stare fermi. Tecnicamente impeccabili, Alex e compagni mettono in fila un numero impressionante di successi, galvanizzando il pubblico e caricandosi a loro volta sempre di più, rendendo giustizia a tutti i riconoscimenti avuti come eccezionale band live.
franz3
Cinquemila corpi che saltano all’unisono e cantano con tutto il fiato che c’è in gola, completamente trasportati dalla new wave dei quartetto di Glasgow, è uno spettacolo paralizzante nella sua bellezza, a maggior ragione di fronte a quel castello che con la sua sola presenza irradia di magia tutto ciò che gli sta attorno. Do You Want To, Walk Away e, soprattutto, Take Me Out sono tra i momenti più entusiasmanti della serata, eseguiti in maniera impeccabile e posti nella parte centrale della scaletta in modo da tenere altissimo il livello di partecipazione dei presenti, continuamente chiamati in causa dal leader Alex Kapranos.
franz2
Ma è sull'assolo di batteria ad otto mani del finale di Outsiders, subito prima del bis, e su quello di This Fire, a fine concerto, che si raggiunge il punto di più alto coinvolgimento del pubblico, totalmente chinato sulle ginocchia prima dell’esplosione finale. Sono passati dieci anni da quando il mio stereo riproduceva senza soluzione di continuità il primo lavoro dei Franz Ferdinand e già ora so che cosa avrò voglia di ascoltare domani. Meglio di cosi non si poteva concludere quest’estate ferrarese, che è stata veramente tale esclusivamente durante i concerti di Ferrara Sotto le Stelle.
franz1

Setlist
1. No You Girls
2. The Dark of the Matinée
3. Right Action
4. Tell Her Tonight
5. Evil Eye 6.
Do You Want To
7. Fallen
8. Walk away
9. Stand on the Horizon
10. Can’t Stop Feeling
11. Auf Achse 12. Bullet
13. Michael
14. Take Me Out
15. Love Illumination
16. Ulysses
17. Outsiders

Bis

18. Fresh Strawberries
19. Goodbye Lovers & Friends
20. This Fire

    Condividi questa pagina: