Attualità e Viaggi

Condividi l'arte e mettila da parte

Quadri, quadri dappertutto nelle nostre bacheche di Facebook
di Francesca De Luca \ 13-12-2013 \ visite: 2430
arte_forconi
"Questo è un gioco per mantenere viva l'Arte. Clicca "mi piace" e io ti assegnerò un Artista. Non importa se non conosci le sue opere, cerca su internet, scegli quella che ti piace di più e pubblicala su Facebook".

Sarà sicuramente capitato anche a voi di aver visto comparire sulle vostre bacheche di Facebook, improvvisamente, decine di dipinti e sculture. Vi sarete domandati: “Ma i miei contatti si sono iscritti tutti a Conservazione dei bene culturali?”. La risposta è no, si tratta semplicemente del tormentone del momento. Una catena di Sant’Antonio della quale non è facile scorgere l’inizio, una pratica antica che diventa social. Da quando è comparso il telefono cellulare tutti noi, almeno una decina di volte nella vita, abbiamo sbraitato contro il messaggino “mandalo a dieci persone a cui vuoi bene o morirai”. Qualcuno, spaventato, regalava diversi euro alle compagnie telefoniche, altri ridevano, altri ancora urlavano infastiditi per l’intasamento della casella dei messaggi. Ora, su Facebook, è tutto più facile. Non spendi soldi e puoi banalmente ignorarle.

Ma questa no, questa non si ignora. Innanzitutto perché è divertente. Quando l’artista viene assegnato parte la caccia al quadro più improbabile. Di Picasso nessuno pubblicherà mai Guernica, non è chic. In fondo, è anche stimolante. Sì, perché questa ansia nelle ricerca del quadro sconosciuto (di cui forse anche l’autore non ricorderebbe ad oggi l’esistenza) ci permette di conoscere delle opere nuove ed interessanti. Si potrebbe definire un metodo per invogliare all’approfondimento dell’arte, più che uno strumento per riuscire a mantenerla in vita. Per questo dovresti pubblicare l’indirizzo del museo più vicino alla casa dell’amico che ha messo “mi piace” ed invitarlo a visitarlo. Questo “gioco” sembra essere molto apprezzato tra gli amanti d’arte, tra i primi a cliccare i “like”. In fondo chissà, magari proprio questa mania potrebbe invogliare le persone a dare un’occhiata alle mostre più vicine a loro. In ogni caso, se questa novità non sarà utile per mantenere in vita l’arte, servirà se non altro a farci godere della vista di qualche bella opera, buona alternativa ai troppi micetti e cagnolini che riempiono le bacheche. E tu, che artista scegli?


Foto di copertina tratta dalla pagina Facebook "
Rivolte a caso".

    Condividi questa pagina:

Altri articoli in Attualità e Viaggi