Arte e Letteratura

La nuova casa per aspiranti adulti

Siamo stati all'inaugurazione della Biblioteca dei Ragazzi di Ferrara
di Giulia Tiozzo \ 17-05-2019 \ visite: 650
Inaugurazione della biblioteca

Venerdì 3 maggio, alla presenza del Sindaco e di numerosi assessori, ha avuto luogo presso Casa Niccolini la cerimonia di inaugurazione della nuova Biblioteca dei Ragazzi di Ferrara.
Fino a qualche giorno prima i bambini e i ragazzi, per leggere i libri a loro dedicati, avevano a disposizione una stanza, situata a destra dell'entrata della Biblioteca Ariostea, oppure dovevano recarsi nei vari settori delle diverse biblioteche cittadine. Con l'apertura di questa nuova biblioteca, invece, i ragazzi non solo hanno ora a disposizione un ambiente più spazioso completamente dedicato a loro, ma possono a buon diritto avere direttamente a scaffale circa 14000 titoli.

Casa Niccolini inoltre non è poi così distante dalla biblioteca Ariostea, anzi, ne è collegata direttamente! Infatti, oltre ad un entrata da Via Romiti 3, sarà possibile accedere all'edificio anche passando attraverso il cortile della Biblioteca Ariostea. Un luogo a parte quindi, ma chiaramente connesso alla biblioteca principale del centro cittadino, come se i fruitori di questa biblioteca si dovessero sentire parte del tutto, ma allo stesso tempo speciali e unici. Gli spazi di Casa Niccolini infatti sono stati pensati proprio per lasciare il tempo ad ogni suo visitatore di ritrovarsi in un luogo che possa farlo sentire allo stesso tempo a casa e altrove: tavoli, sedie e libri non ricordano tanto quelli di vecchie e polverose biblioteche, forse troppo spesso dimenticate, ma in ogni dove vi sono colori accesi e vivaci e libri pieni di disegni e fantasia. I settori son ben distinti e, sebbene sarà facile perdersi fra le pagine di mille avventure, ognuno sarà in grado di trovare il libro che sta cercando o quello che in quel momento gli si addice di più.

Un solo avvertimento: si dice che i libri per bambini siano per loro, i libri per adolescenti siano per loro, gli albi illustrati siano per i piccolissimi, ma io non credo che sia così. Spesso le storie nascondono speranze, sogni e messaggi che parlano a tutti, non solo a quelli per cui si pensa siano scritti. Quindi noi adulti forse troppo spesso bistrattiamo tutto ciò che non sembra per noi, ma non dovremmo farlo. Pensate a "Le avventure di Pinocchio", a "Harry Potter", a "Le cronache di Narnia"... non sono forse libri che ci hanno fatto crescere o che abbiamo letto noi stessi quando non erano più per noi? Esiste una biblioteca per ragazzi dunque, ed è giusto che ci sia un posto a loro dedicato, ma nulla ci vieta di provare anche noi a rientrare in questo mondo dove forse potremo ritrovare noi stessi.

 

    Condividi questa pagina:

Altri articoli in Arte e Letteratura